Visualizzazione post con etichetta santità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta santità. Mostra tutti i post

24 giugno 2013

Notte di San Giovanni

Ok la stanchezza da traversata dei Sibillini dalla Forca di Presta a Frontignano, ma ieri sera un falò (o, in subordine, quantomeno un nocino) sarebbe stato da fare.
Vergogna e autobiasimo.

20 gennaio 2013

Pantarma canti e salsicce in Appennino, per il sempre mitico Sant'Antonio

Grandi momenti, in giro tra Umbria e Lazio, per i festeggiamenti di Sant'Antonio Abate! Pasquarelle e ballo della Pantarma, società di santesi e salsicce e vino e polenta. Menzione speciale ancora una volta per Poggio Bustone.
Momenti del ballo della Pantarma (pantasima) a Poggio Bustone, insieme a uno spezzone del Canto di Sant'Antonio, e breve medley di pasquarellari di Cascia, della Sabina, di Pietralunga e di Avendita.

video

17 gennaio 2013

Viva Sant'Antonio! (facce lu miracolo!)

Caro e amato Sant'Antonio (viva!), se non oggi nel tuo giorno, magari anche domani, fa' un po' te, ma facce un po' 'sto miracolo, e fa' nevicare a Terni! Daje, c'è riuscito anche San Valentino anno scorso!

Buoni propositi da inizio 2013

Con molto ritardo si riprende il mano il blog, per denunciare pubblicamente i principali motivi di interesse che spingono a iniziare a tamburo battente un impegnativo 2013.
A stringere su, valeva proprio la pena iniziare questo nuovo anno, anche solo per potere votare tra l'ottima rosa di candidati al titolo di Morto del Mese di Dicembre 2012 (nda: daje Riccardi'!), per confidare in un eventuale miracoloso nevoso dell'amato Sant'Antonio, ma soprattutto per potere rivedere il ritorno dello Gnomo Armato di Ascia!

14 settembre 2012

Incubi santantoniari

L'angoscia dello svegliarsi al mattino, dopo avere sognato che, il giorno della festa di Sant'Antonio da Padova, la processione cantava canti popolari in onore di Sant'Antonio Abate.
[e da mangiare c'erano momo nepalesi]

13 aprile 2012

Tesi sulla Riforma Protestante

Tornando brevemente sui temi di cui il birrificio benedettino di Norcia.
Germania.
Per tenerci sulle più conosciute, Franziskaner, Paulaner, Apostel Bräu, Kapuziner, Benedektiner, Augustiner. 
Tesi: un tale rapporto tra ordini ecclesiastici cattolici ed alcool, in Germania, potrebbe spiegare anche perché, proprio lì, è nata la Riforma Protestante.

12 aprile 2012

La sorprendente attualità del monachesimo benedettino

Ora et labora!
Va' un po' là. Giusto l'altro giorno, a Norcia, si commentava come San Benedetto e il suo monachesimo apparissero lontani nel tempo, poco "attraenti" per i nostri giorni e la nostra sensibilità, e l'indomani invece vieni a scoprire che proprio a Norcia proprio i benedettini hanno deciso di installare una birreria artigianale nel loro monastero, secondo le migliori tradizioni dell'Europa Settentrionale (spiegandosi anche, con ciò, perché San Benedetto è patrono d'Europa).

14 febbraio 2012

I miracoli di San Valentino

San Valentino, dimola tutta, non ce lo si è mai troppo filato; l'affetto per il santo patrono, per carità, la fiera, ma finiva in genere tutto qua.
Ma quest'anno, tutto è cambiato!
Grazie, caro San Valentino, amato patrono nostro, delle ripetute nevicate che hai donato alla tua città, Terni! Come definirle, come immaginarle, se non come un Tuo miracolo?
Viva viva San Valentino! E, che ieri notte siamo andati per uno, ma ancora ci manca, portaci in dono la Fontana di Piazza Tacito (e magari anche la Cascata delle Marmore, e lo stesso Nera) ghiacciata! Facce lu miracolo!

17 gennaio 2012

Ramblin' Rieti... e viva Sant'Antonio!

Giro per la Conca Reatina l'altro giorno sotto il poco innevato Terminillo, per santuari francescani, memorie delle battaglie resistenziali a Cepparo e Poggio Bustone, cippi di confine tra Stato Pontificio e Regno delle Due Sicilie, ville ciceroniane e la bella strada provinciale Contigliano-Cottanello, valico tra il pieno Appennino e le piane del Lazio.
Si cercava la festa di Sant'Antonio a Poggio Bustone, che però si svolgerà domenica 22. In cambio però, la bella sorpresa di incontrare in giro per il paese squadre che cantavano canti tradizionali di questua in onore del santo.
Ed essendo ab illo tempore "così devoti a Sant'Antonio", come direbbe il parroco di Poggio Bustone, ecco il video, e viva Sant'Antonio Abate!


"Meditate che dice il Vangelo!
Meditate che dice il Demonio!
Buona caccia (?!?) ci fa Sant'Antonio!
Buona caccia ci fa Sant'Antonio!"

 
La Conca Reatina, o Valle Santa, dal Convento di San Giacomo, con Poggio Bustone in primo piano
 
 
Canti in onore di Sant'Antonio Abate
 
 
Lapide a ricordo della Battaglia di Poggio Bustone, 10 Marzo 1944

 
Cippo di confine tra Stato Pontificio e Regno delle Due Sicilie n. 412, tra Vazia e Castelfranco
 
Cottanello, con la piana laziale e il Soratte sullo sfondo

14 novembre 2011

Tira' giù li santi

Venerdì sera si voleva fare un omaggio a San Martino da Tours il Beneamato.
Non si è fatto a tempo, e chiaramente è stato un cattivo presagio.
Comunque, facciamo una lista di santosità.
San Giovanni Bosco, perché è Don Bosco.
San Francesco, perché guerreggiava con i malefici perugini e comunque è uno ganzo.
San Valentino, perché è lu santu patrono nostru.
San Martino, perché se beve lu vino, le castagne, e la bella storia del mantello tagliato in due.

19 luglio 2011

Abolizione dell'Umbria, questione delle province, San Valentino e terre irredente

Scopresi che tale Galli, leghista presidente della Provincia di Varese, avrebbe proposto per razionalizzare i costi della politica l'abolizione della Regione Umbria e del Molise.
La presidente Marini interviene subito alquanto giustamente guasta. Ma la cosa pesa è che per rivendicare la legittima aspirazione all'esistenza dell'Umbria, come prima cosa butta là l'avere dato i natali a San Francesco, Santa Chiara, San Benedetto e Santa Rita.
Bah.
Che poi, se proprio non si riesce a elaborare qualcosa di culturalmente più rilevante dei santi (con buona pace della battaglie laiche sul loro inserimento nello Statuto regionale), beh allora c'è da reclamare con forza il buon vecchio San Valentino.

Comunque, sul tema più generale della riduzione dei costi della politica, e la tanto polemizzata abolizione o meno delle province. Eliminarle mi sa una sciocchezza, specie in grandi regioni, ad esempio, sono necessari livelli intermedi tra il piccolo comune di poche decine di abitanti e il livello regionale. Quello che è necessario è 1 verificare e revisionare con attenzione compiti e competenze 2 mettere un freno alla proliferazione di ennesime nuove province e al localismo esasperato 3 procedere a una razionalizzazione, e al necessario accorpamento di un buon numero di province.
Da ultimo, ma non in ordine di importanza, procedere all'inclusione di Spoleto e dintorni, Valnerina, Cascia e Norcia all'interno della Provincia di Terni, che queste terre irredente, soggette al bieco dominio grifo-conigliesco-perugino, sono un'offesa di fronte a Dio, SanFrancesco-SantaChiara-SanBenedetto-SantaRita-SanValentino e agli uomini.

16 maggio 2011

Mulo, sgnapa, vin e Sant'Ubaldo

Tra i tanti e acclamati miracoli di Sant'Ubaldo (al quale comunque sentiamo forse di preferire San Giorgio e soprattutto i Sangiorgiari), come l'aver salvato un bottiglione di vino caduto a terra nella calca dietro i Ceri alla fine della Calata dei Neri dopo la curva, appunto sotto lo sguardo benevolo della statua del Santo, c'è anche quello di avere permesso la fine del download, dopo 3 mesi e mezzo di tentativi e centinaia di ore ininterrotte di connessione su eMule, del disco dei Glockenthurm.
E quindi ieri a Gubbio s'è festeggiato Sant'Ubaldo a sgnapa e vin.

14 febbraio 2011

Santi (Valentino Vs Costanzo & Company)

Futili polemiche perugine anti-valentiniane.
Della serie, in tre non ne fanno uno bono.

10 giugno 2010

Oh when the Saints go marching in

Umbria. Cuore verde d'Italia, e terra di compagni, guerrieri e santi. Soprattutto santi!
Fallisce il Perugia.
Dopo Gaucci, Covarelli santo subito!

17 marzo 2010

San Patrizio 2010

Buon giorno di San Patrizio!
Il notorio santo migliore a cui affidarsi.
Ah l'amarezza (ancora una volta tutta luppolata) di non poterlo festeggiare... E corrono i ricordi, il "piccirillo" nel 2004, la prima pinta trafugata nel 2005, nel 2007 il congresso di sezione di Ponte Valleceppi, e a seguire la prima festa, il 2008 RomboPelosiano, di ritorno da Bologna... E infine l'anno scorso.
Mah!

31 gennaio 2010

Santi

Strano, ma il primo San Costanzo fatto a Perugia è stato questo del 2010, che ci si è ritrasferiti a Terni. S'è riconfermata l'idea che il torcolo dedicatogli è peggio assai del pampepato.
San Giovanni Bosco. L'assai didascalico trittico inaugurato oggi a San Francesco merita di essere ricordato su questo blog.

Ah, non c'entra nulla, ma la Pelosa innevata, con vista fino all'Argentario, di ques'oggi, era spettacolare.

17 gennaio 2010

Viva Sant'Antonio! Aneddotica balorda

Viva Sant'Antonio!
Patrono delle bestie e, come si diceva, di tutti coloro che mezze bestie sono. Riferimenti casuali a quando ancora governavamo noi. Per pochi giorni ancora, ma si governava.
Aneddotica su Sant'Antonio.
Un 17 Gennaio degli anni '30, un gruppo di militanti del Partito Comunista clandestino di Terni tennero una riunione con dei compagni venuti da Roma in un'osteria sulla strada per Narni, fingendosi pellegrini. Occuparono una saletta per discutere, e  per stornare i sospetti ogni tanto qualcuno di loro gridava "Viva Sant'Antonio!".

4 dicembre 2009

Tutti al cinematografo; ep. 25

Una settimana da Dio è evidentemente un film blasfemo da mettere all'indice.
Violazioni del secondo comandamento, imprecazioni, dio interpretato da un negro.
Al rogo!

[sì si sta guardando troppa roba ultimamente]

16 maggio 2009

Ceri 2009!

A Gubbio fioli ènno matti!
E vabbe' un po' tutti ci s'è dati da fare.
E' mancata solo, per noi "che veniamo da Perugia a fare i galletti a Gubbio", la foto con Locchi e la rissa, anche se quest'ultima in un paio di occasioni la si è sfiorata.
Ah, da ricordare anche l'amarezza di aver perso una sfida secca di un bicchiere alla goccia con un ceraiolo taverniere, e il miracolo del bottiglione caduto nella calca e rimasto illeso.

Viva San Giorgio! (nostro nuovo santo di riferimento, specie la sua taverna)

20 marzo 2009

Dubbi religiosi

Per 20 minuti, la crisi quasi mistica: e come tocca regolarsi se San Patrizio cade tipo nel triduo pasquale, o il giorno stesso di Pasqua?
Poi il sollievo: ciò non potrà mai avvenire, in quando essendo la domenica dopo il primo plenilunio di primavera, Pasqua cadrà sempre necessariamente tra il 22 marzo e il 25 aprile.